top of page

Consultazione sull’Iv. Pa. “Sostituire il finanziamento iniziale con una soluzione moderna”: la posizione di Alleanza Infanzia

La Commissione dell’educazione del Consiglio degli Stati (CSEC-S) ha avviato una nuova consultazione sull’iniziativa parlamentare 21.403 “Sostituire il finanziamento iniziale con una soluzione moderna”. Alleanza Infanzia si impegna affinché la Confederazione disponga di una base giuridica duratura in materia di custodia dei bambini. In questo senso, l’Associazione ritiene importante un’attuazione equilibrata per alleggerire l’onere finanziario dei genitori, unitamente a una forte attenzione alla qualità.


Foto: Béatrice Devènes 2014 | parlament.ch

La CSEC-S ha posto in consultazione una versione adattata del progetto che pone l’accento esclusivamente su obiettivi economici (cfr. News, 07. 03. 2024). A differenza del Consiglio nazionale, la Commissione del Consiglio degli Stati prevede il finanziamento e il versamento di un assegno di custodia ai genitori (con figli fino a 8 anni) tramite gli assegni familiari. L’assegno varia da 100 a 500 CHF al mese (nel caso di una durata della custodia fino a cinque giorni alla settimana). Per quanto riguarda gli accordi di programma, vengono stralciati quelli relativi alle misure di promozione della qualità e di adeguamento dell’offerta alle esigenze dei genitori. Inoltre, i fondi messi a disposizione dovrebbero essere ridotti.

“La custodia complementare alla famiglia non è finanziata in modo adeguato. Di conseguenza, anche la qualità ne risente. Questa proposta non risponde a ciò che idealmente ci immaginiamo. Tuttavia, con essa possiamo compiere un passo importante. Ora dobbiamo cercare un compromesso per il bene dei bambini”. Philipp Kutter, Consigliere nazionale e Co-Presidente di Alleanza Infanzia

La posizione di Alleanza Infanzia

Alleanza Infanzia prenderà parte alla consultazione e, in rapporto alla sua presa di posizione e nell’ambito del suo futuro impegno politico, ha definito alcuni principi fondamentali.


  1. È necessario un approccio nazionale dove Confederazione, Cantoni, Città e Comuni, nonché l’economia e gli/le attori/trici che operano nel settore della prima infanzia svolgano un ruolo attivo. Di conseguenza anche le attività della Confederazione nell’ambito della custodia dei bambini complementare alla famiglia e alla scuola devono essere dotate di una base giuridica duratura.

  2. A beneficiarne dovrebbero essere i bambini: i genitori dovrebbero essere sgravati e, al tempo stesso, occorre porre l’accento sulla qualità dell’accudimento. Ne consegue che questa proposta non ha a che fare con programmi e progetti, ma piuttosto con una strategia di investimento praticabile a beneficio dei bambini, con effetti positivi a medio e lungo termine in un’ampia gamma di ambiti: dalla biografia educativa, alla conciliabilità tra famiglia e lavoro, dalla parità di genere all’aumento delle entrate fiscali.


La proposta della CSEC-S presenta una serie di lacune rispetto a questi due punti: in particolare, la prospettiva dei bambini è molto carente. Alleanza Infanzia formulerà quindi delle proposte di miglioramento per arrivare a una vera alternativa alla soluzione del Consiglio nazionale. In ogni caso, una versione perfezionata del progetto dovrebbe rafforzare la prospettiva del bambino, porre l’accento sulla qualità e sulle esigenze dei genitori e aumentare le risorse destinate agli accordi di programma.


La consultazione termina il 12 giugno 2024

Non appena sarà disponibile, pubblicheremo la presa di posizione nelle News e nella rubrica “Impegno politico”. Un modello per i nostri soci sarà disponibile dopo l’assemblea generale.

Inoltre, ci stiamo preparando a valutare le risposte alla procedura di consultazione della CSEC-S e alle discussioni che ne seguiranno.


Ulteriori informazioni

Comentarios


bottom of page