Rapporto statistico 2021: le famiglie in Svizzera

In Svizzera, nel 29% di circa 3.8 milioni di economie domestiche, vivono bambini al disotto dei 25 anni. Il 13% delle famiglie con figli è costituito da nuclei monoparentali. Circa il 49% dei bambini di età inferiore ai 25 anni vive in un nucleo famigliare senza vissuto migratorio. Le famiglie monoparentali e le coppie con tre o più figli registrano il tenore di vita più basso.


Familie
Foto: Juliane Liebermann / unsplash

Conciliabilità famiglia lavoro

Soprattutto nelle famiglie di coppie con bambini piccoli, la ripartizione dell'attività lavorativa tra i genitori spesso non corrisponde alla ripartizione desiderata. Anche se il 46% delle persone auspicherebbe che entrambi i genitori potessero lavorare a tempo parziale, solo il 10% delle famiglie con bambini sotto i 4 anni si trova effettivamente in questa situazione.


Custodia dei bambini complementare alla famiglia

In Svizzera circa il 71% dei bambini di età compresa tra 0 e 3 anni usufruisce della custodia complementare alla famiglia. Il 34% dei bambini al di sotto dei 4 anni sono accuditi in strutture istituzionali di accoglienza dell’infanzia come gli asili nido. Circa il 40% dei bambini al di sotto dei 4 anni sono accuditi settimanalmente dai nonni, a volte in combinazione con altre forme di custodia. La presenza e la disponibilità di strutture di accoglienza, la composizione della famiglia, l’attività lavorativa e la provenienza dei genitori, influiscono sulla presa a carico. I genitori single sono generalmente più propensi a ricorrere a soluzioni esterne di custodia all'infanzia. Tendenzialmente bambini provenienti dal nord o dall’ovest dell’Europa ricorrono in misura maggiore a strutture di accoglienza rispetto a bambini che provengono dal sud dell’Europa o da altri Stati.


Standard di vita e benessere

Lo standard di vita delle economie domestiche è influenzato dal numero di persone che lavora, dal numero di figli, dall’età del figlio più piccolo e dal livello di istruzione dei genitori. La situazione finanziaria delle famiglie monoparentali è tendenzialmente precaria: circa il 28% delle persone che vivono in famiglie monoparentali è considerato a rischio povertà. Le famiglie monoparentali sono sovente in ritardo nei pagamenti e spesso vivono in condizioni di povertà reddituale. Circa un quinto delle famiglie monoparentali beneficia di prestazioni di assistenza sociale. Circa il 29% dei beneficiari dell’assistenza sociale sono bambini e giovani al di sotto dei 18 anni. Inoltre, la situazione familiare ha un impatto sul senso soggettivo di benessere e di salute.


Ulteriori informazioni: