top of page

News dalle regioni: custodia e integrazione 2/2024

Molte cose si stanno muovendo attualmente nei cantoni e nelle città svizzere, sia per quanto riguarda gli asili nido, le scuole diurne, il sostegno alla prima infanzia o l’integrazione. Presentiamo in breve una selezione degli sviluppi relativi ai mesi di febbraio e marzo 2024.


Foto: pixabay.com

Canton Ginevra: mancanza di posti negli asili nido

Nel canton Ginevra (e in altri cantoni della Svizzera occidentale) vi è una grave carenza di posti per la custodia dei bambini. Da anni, ormai, esistono liste d’attesa per accedere agli asili nido. In un’intervista alla RTS (28.02.2024), Dominique Golay, professoressa associata presso l’HETSL di Losanna, attribuisce questa situazione a tre ragioni principali: la maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro, l’aumento del costo della vita e, in particolare nella città di Ginevra, l’alta densità di alcuni quartieri. Christina Kitsos, responsabile del Dipartimento della coesione sociale e della solidarietà della città di Ginevra, cita anche la carenza di manodopera qualificata nel settore dell’educazione e della custodia complementare alla famiglia. Questo è uno dei motivi che ha spinto Ginevra a cantonalizzare i servizi di custodia e di conseguenza ad aumentare il livello dei salari per rendere la professione più attraente.


Canton Ginevra: UDC e PLR vogliono aumentare la chiave di ripartizione per le strutture di custodia

L’UDC, sostenuta dal PLR, propone nel Canton Ginevra un progetto legislativo per aumentare la chiave di ripartizione per le strutture di custodia. Ciò significherebbe che una persona si occuperebbe di un numero maggiore di bambini rispetto al passato. Il personale si oppone a questa proposta, che potrebbe comportare un forte calo della qualità e rendere la professione ancora meno attraente (cfr. 20minutes, 26 febbraio 2024).


Canton Svitto: elaborazione di una strategia di “sostegno alla prima infanzia”

Il Canton Svitto, nell’ambito della sua Strategia educativa 2032, ha avviato anche l’elaborazione di una strategia di “sostegno alla prima infanzia”. Il Dipartimento dell’educazione, il Dipartimento dell’interno e il Dipartimento dell’economia intendono portare avanti questo lavoro congiuntamente e sviluppare un concetto per la prima infanzia. Nell’aprile 2024 sarà avviata un’indagine tra gli esperti nei settori dell’educazione della prima infanzia, del sostegno alle famiglie, della salute e dello sviluppo così come dell’integrazione. Anche i detentori dell’autorità parentale saranno coinvolti nel processo (cfr. comunicato stampa del Dipartimento dell’educazione del Canton Svitto, 11.03.2024).


Canton Soletta: rafforzare la custodia di bambini complementare alla famiglia con i buoni di custodia

Il governo cantonale di Soletta vorrebbe introdurre a partire dal 2025 un nuovo modello di custodia complementare alla famiglia con buoni di custodia. Modificando la legge sull’assistenza sociale, vuole alleggerire gli oneri a carico delle famiglie, promuovere le pari opportunità, contrastare la carenza di manodopera qualificata e aumentare l’attrattività della località. La revisione parziale della legge sull’assistenza sociale è in consultazione fino al 12 giugno 2024 (cfr. comunicato stampa del Canton Soletta, 13.03.2024).


Canton Turgovia: nuova legge sui bambini, i giovani e le famiglie

Il Consiglio di Stato del Canton Turgovia intende uniformare le strutture per il sostegno alla prima infanzia nel Cantone, modificando la legge in materia di custodia complementare alla famiglia e alla scuola. Inoltre, la custodia dei bambini complementare alla famiglia e alla scuola dovrebbe essere garantita a livello nazionale e sovvenzionata dallo Stato tramite l’introduzione di buoni di custodia (cfr. comunicato stampa del Canton Turgovia, 01.12.2023). La revisione della Legge è in consultazione dal dicembre 2023 e lo sarà fino al 15 marzo 2024. Kibesuisse ha presentato una presa di posizione in cui chiede ulteriori investimenti per lo sviluppo della qualità.


Canton Uri: in preparazione la legge sulla custodia dei bambini

Dopo l’adozione della nuova Legge sull’istruzione 2022, il Canton Uri ha potuto ampliare l’offerta dei servizi extrascolastici. Tuttavia, c’è ancora un vuoto legislativo per quanto riguarda il finanziamento degli asili nido e l’offerta di servizi per la custodia complementare alla famiglia. Il direttore della sanità, della socialità e dell’ambiente Christian Arnold ha confermato alla Urner Zeitung che il preposto dipartimento sta lavorando alla stesura di una legge sulla custodia dei bambini. Una bozza preliminare dovrebbe essere disponibile entro fine marzo 2024. La legge potrebbe poi essere presentata agli elettori urani nel 2025 (cfr. Urner Zeitung, 20.02.2024).


Canton Vallese: il personale di custodia favorevole al contratto collettivo di lavoro

Dopo i cantoni di Vaud (cfr. News, 01.02.2024) e Ginevra, anche nel Canton Vallese si cerca di ottenere un contratto collettivo di lavoro per il personale impiegato nelle strutture di custodia dei bambini. Quasi il 55% del personale degli asili nido e delle strutture di custodia extra scolastiche ha firmato una petizione (cfr. Le Nouvelliste, 28.02.2024, o reportage RTS, 29.02.2024). L’obiettivo è quello di ridurre le forti differenze salariali (rispetto agli altri cantoni, ma soprattutto all’interno del proprio Cantone) e di ovviare alla carenza di manodopera qualificata. Un’indagine simile è in corso anche nel Canton Friburgo.


Comune di Flawil: il centro di integrazione e sostegno alla prima infanzia continuerà la sua attività

Sulla base di una valutazione, il consiglio comunale di Flawil ha deciso di mantenere il centro di integrazione e sostegno alla prima infanzia. La valutazione attesta il buon lavoro del centro, in particolare per quanto riguarda il suo ruolo di collegamento tra i vari servizi del comune. Tuttavia, le risorse in termini di tempo sono scarse e esiste un potenziale di ampliamento (cfr. sito web del comune e Nau.ch, 11.03.2024).

Comentários


bottom of page