top of page

Consiglio federale: rafforzare il potenziale di personale qualificato con la conciliabilità tra lavoro e famiglia

Il Consiglio federale ha adottato la sua Panoramica sulla promozione del potenziale di manodopera residente. Nel rapporto si afferma che la partecipazione al mercato del lavoro di alcuni gruppi target (tra cui le madri) potrebbe ancora essere aumentata.


Foto: Christina @ wocintechchat.com | unsplash.com

La “Panoramica sulla promozione del potenziale di manodopera residente in Svizzera” (marzo 2024) mostra che nei settori del mercato del lavoro, della formazione e della politica di integrazione si stanno già attuando numerose misure. Inoltre, la partecipazione al mercato del lavoro in Svizzera è già elevata rispetto agli standard internazionali ed è ulteriormente aumentata negli ultimi dieci anni.


Sfruttare il potenziale in modo più efficace

Nel contempo, il rapporto individua anche un potenziale non sfruttato per alcuni gruppi target: ad esempio, le donne con e senza un passato migratorio che si trovano in momenti diversi della loro carriera lavorativa, come quelle che tornano al lavoro o quelle che si sono ricongiunte alla famiglia.


Per quanto riguarda la custodia complementare alla famiglia, fa riferimento alla Iv.Pa. 21.403 “Sostituire il finanziamento iniziale con una soluzione moderna”, che è ancora all’esame del Parlamento. Ritiene inoltre che i Cantoni e i Comuni continuino ad avere la responsabilità principale, sia che si tratti di aumentare il numero di posti disponibili, sia che si tratti di ridurre l’onere finanziario a carico dei genitori. Per quanto riguarda il miglioramento della conciliabilità tra lavoro e famiglia, fa riferimento alla Strategia parità 2030 adottata nell’aprile 2021 e al relativo piano d’azione.


Nell’autunno del 2024 è previsto uno studio commissionato dalla SEM sull’integrazione professionale delle donne nel settore della migrazione. L’attuazione delle misure potrebbe avvenire nell’ambito di un programma d’incentivazione nazionale.


Non sono invece previste nuove o ulteriori misure da parte della Confederazione per ampliare l’offerta nel settore della custodia complementare alla famiglia e alla scuola.



Ulteriori informazioni

Comentarios


bottom of page