top of page

Studio ZEPPELIN: creare condizioni favorevoli all’integrazione sociale

Lo sviluppo delle competenze socio-emotive è una condizione essenziale l’integrazione sociale nella scuola dell’infanzia e nella scuola. Il sostegno alla prima infanzia può contribuire a rafforzare le competenze socio-emotive a lungo termine e a ridurre al minimo i problemi comportamentali. Lo dimostrano i risultati dello studio longitudinale ZEPPELIN.


Foto: Scuola universitaria intercantonale di pedagogia curativa (HfH)

Un contributo di Alex Neuhauser, Isabelle Kalkusch, Patsawee Rodcharoen, Simone Schaub, Erich Ramseier, Andrea Lanfranchi, Scuola universitaria intercantonale di pedagogia curativa (HfH)


Sostegno precoce per famiglie in difficoltà

Lo studio esamina l’efficacia del programma di visite a domicilio «PAT - Mit Eltern lernen» (PAT - Imparare con i genitori) nelle famiglie che soffrono di disagio psicosociale a causa della povertà, dell’isolamento sociale o di condizioni familiari difficili. A tal fine, 248 famiglie in difficoltà dal punto di vista psicosociale, sono state suddivise in modo casuale in un gruppo di intervento e in un gruppo di controllo. Le famiglie del gruppo di intervento sono state supportate dal PAT fino al terzo anno di età del bambino. Il programma è inteso ad aiutare i genitori a costruire un rapporto duraturo con il bambino e a sostenerne lo sviluppo. Le famiglie del gruppo di controllo non hanno ricevuto alcun sostegno aggiuntivo oltre ai normali servizi erogati dal loro comune.


Migliore controllo degli impulsi, meno problemi comportamentali

Il confronto tra il gruppo di intervento e quello di controllo mostra che, all’età di 3 anni, i bambini del gruppo di intervento erano maggiormente in grado di controllare gli impulsi ad agire. In un esperimento, sono stati in grado di scegliere i regali senza toccarli meglio dei bambini del gruppo di controllo. Inoltre, come risulta da un questionario, i genitori hanno riscontrato un minor numero di problemi comportamentali. Un quadro simile è emerso due anni dopo, all’età della scuola dell’infanzia: i bambini del gruppo di intervento hanno mostrato un maggiore autocontrollo, misurato con esperimenti sulla gratificazione differita e sul controllo degli impulsi. Si è inoltre constatato che il loro comportamento è meno appariscente, sia dal punto di vista dei genitori che da quello dell’insegnante.


Offrire servizi di prossimità per le famiglie in difficoltà

I risultati relativi all’autocontrollo e ai problemi comportamentali dimostrano che il sostegno precoce con il PAT contribuisce a creare condizioni favorevoli all’integrazione sociale nella scuola dell’infanzia e nella scuola per i bambini provenienti da famiglie in difficoltà dal punto di vista psicosociale. È quindi importante offrire servizi di prossimità a queste famiglie.



Riferimento:

Lanfranchi, A., Neuhauser, A., Schaub, S., & Ramseier, E. (2021). Die longitudinale Studie ZEPPELIN – Förderung ab Geburt von Kindern aus belasteten Familien. In P. Klaver (Hrsg.), Heilpädagogische Forschung: Bildung für Alle (Forschungsbericht 2021). Interkantonale Hochschule für Heilpädagogik (HfH).


Link (open access):


Ulteriori informazioni





Comments


bottom of page