Il diritto alla partecipazione dei bambini con disabilità si applica dalla nascita

La Scuola intercantonale di pedagogia curativa (HfH) festeggia il suo 20° anniversario. Il tema dell'attuale numero speciale di «heilpädagogik aktuell» è incentrato sull'inclusione e l'integrazione. Questo vale anche per i bambini più piccoli, perché il diritto alla partecipazione deve essere attuato anche nel settore prescolare.


Foto: Sigmund / unsplash

Un'inclusione di successo nell’ambito della custodia complementare alla famiglia è possibile quando a tutti i bambini, indipendentemente dalle loro caratteristiche individuali, è data la possibilità di partecipare alla vita quotidiana dell’asilo nido. L'apprendimento in queste strutture è caratterizzato da diverse situazioni di gioco e dall'interazione sociale tra i bambini. Affinché tutti i bambini possano essere coinvolti e partecipare attivamente ai processi di gruppo, devono essere soddisfatte diverse condizioni.


Quadro istituzionale

In Svizzera i costi per la custodia dei bambini complementare alla famiglia sono sostenuti in gran parte dai genitori. Mentre la domanda di servizi inclusivi per la custodia di bambini con disabilità è ovunque elevata, vi sono grandi differenze per quanto riguarda l’ancoraggio e il sostegno cantonale. Per garantire a tutti i bambini il diritto all’apprendimento lungo tutto l’arco della vita, l’inclusione nelle strutture di custodia complementari alla famiglia deve essere supportata da un sostegno finanziario e professionale. Ciò richiede, tra le altre cose, un approccio pedagogico inclusivo, la creazione di reti interdisciplinari di specialisti e un’accessibilità senza barriere.


Pedagogia inclusiva

Per implementare una pedagogia inclusiva, oltre alla collaborazione interdisciplinare, è importante anche la formazione continua specifica per il personale specializzato. Le situazioni di gioco e di apprendimento, nonché le attività di gruppo, devono essere concepite in modo da avere un effetto inclusivo e tenere conto delle esigenze specifiche di tutti i bambini. Inoltre, tra l’altro, quando le attività sono meno strutturate, i bambini con disabilità dipendono in maggiore misura da un aiuto che sia in grado di dare loro un orientamento.


Ulteriori informazioni